>

DIABETE DI TIPO 1

 

Che cos’è il diabete di Tipo 1?

Il diabete di Tipo 1, precedentemente definito “diabete giovanile”, è una condizione cronica autoimmune che rende l’organismo incapace di produrre insulina, cioè l’ormone che regola lo zucchero nel sangue. In mancanza di insulina, i nostri organismi non possono utilizzare lo zucchero contenuto nel flusso sanguigno come energia, e, di conseguenza, si sviluppa la Chetoacidosi diabetica (DKA, Diabetic KetoAcidosis).

Quali sono i sintomi del diabete di Tipo 1?

Possono presentarsi molti segni o sintomi quando un individuo ha contratto una forma di diabete non diagnosticata o non curata. Riportiamo di seguito alcuni di tali sintomi:

  • Sete inestinguibile
  • Minzione frequente
  • Enuresi inspiegabile
  • Perdita di peso involontaria o inspiegabile
  • Riduzione delle energie
  • Odore di frutta nell’alito
  • Vista sfocata
  • Dolore allo stomaco
  • Nausea o vomito
  • Perdita di coscienza
  • Respirazione rapida e pesante

 

In che modo il diabete di Tipo 1 influisce sull’organismo?

Il diabete di Tipo 1 è una condizione autoimmune; quindi il sistema immunitario del corpo attacca se stesso, in modo simile alla malattia celiaca. Nel caso del diabete di Tipo 1, l’organismo attacca le proprie cellule beta che producono l’insulina. Queste sono le cellule che controllano la produzione dell’insulina. Con il passare del tempo, gli individui affetti da diabete di Tipo 1 rimangono privi di queste cellule beta, chiamate anche isolotti pancreatici, e non sono quindi in grado di produrre la propria insulina. L’insulina è un ormone che consente all’organismo di utilizzare il glucosio (zucchero) contenuto nel flusso sanguigno come energia; funziona come una chiave che sblocca le cellule dell’organismo, per permettere al glucosio di penetrare ed essere assorbito. La conversione del glucosio nel sangue rappresenta il metodo principale che l’organismo impiega per ottenere energia; di conseguenza, senza insulina, il corpo deve ricorrere alla scomposizione del tessuto corporeo, come nel caso dei muscoli e delle riserve di grasso. Un’altra conseguenza, potenzialmente fatale, fronteggiata dai soggetti affetti da diabete di Tipo 1, che non stanno seguendo una terapia a base di insulina, è la Chetoacidosi diabetica, chiamata anche DKA (Diabetic KetoAcidosis). La DKA si presenta quando esiste un sovraccarico di glucosio nel flusso sanguigno, a causa della mancanza di insulina di regolazione. Per ottenere altre informazioni sulla DKA, fare clic qui.

Cosa provoca il diabete di Tipo 1?

Il T1D non è né prevedibile né curabile, e anche se le sue cause sono sconosciute, gli studi suggeriscono che il T1D si presenti a seguito di una predisposizione genetica, solitamente in combinazione con uno stimolo ambientale.

Come è possibile gestire il diabete di Tipo 1?

La vita degli individui affetti da T1D equivale a un gioco di equilibrio a tempo pieno, e richiede un’attenzione costante, per evitare l’ipoglicemia (bassi livelli di zucchero nel sangue) acuta che minaccia la vita oppure i danni a lungo termine provocati dall’iperglicemia (alti livelli di zucchero nel sangue). I livelli di zucchero nel sangue devono essere monitorati o tramite punture al dito o tramite un monitor che controlla costantemente il glucosio. Le dosi di insulina devono essere attentamente calcolate sulla base dell’attività e dei livelli di stress, del cibo ingerito, delle malattie e di fattori aggiuntivi. Questi calcoli sono raramente perfetti e comportano quindi un enorme onere emotivo e mentale, sia per i pazienti che per i caregiver.

 

Esistono due principali tipi di diabete:  

  • Il diabete di Tipo 1 (T1D) , che è una patologia autoimmune incurabile, non una malattia dello stile di vita.  Il T1D colpisce circa il 10% dei più di 420 milioni al mondo di casi di diabete; gli individui affetti da diabete di Tipo 1 dipendono dall’insulina per tutta la vita.  
  • Il diabete di Tipo 2 si presenta quando il corpo non è in grado di utilizzare l’insulina adeguatamente; questa patologia è anche chiamata “resistenza all’insulina”, e può spesso essere curata tramite la dieta, l’esercizio fisico e i farmaci.

Ottieni qui ulteriori dettagli sul diabete di Tipo 2 e qui maggiori informazioni su altre forme di diabete.